Professione Reporter: le interviste

E’ arrivato il momento per cui ci siamo attentamente preparati: le interviste ai passanti!

Il tempo ci accompagna, perchè c’è un po’ di sole ma non troppo, c’è caldo ma non troppo…non possiamo sperare nulla di meglio!

Decidiamo di andare in piazza Vittorio, dal lato del caffè Elena, sperando di riuscire a reclutare volontari da intervistare sia tra i passanti che tra gli avventori del bar…

Inizialmente siamo subito molto fortunati, perchè troviamo a passeggio sotto i portici Aldo e sua moglie Patrizia: Aldo è un amico afasico e Patrizia è una persona dolcissima, sempre disponibile a mettersi in gioco, quindi la prima intervista è la sua, e la fa la nostra Teresa.

Claudia intanto scopre di avere uno spirito avventuroso e avvicina passanti e avventori del bar presentando così bene il nostro progetto che nessuno riesce a resistere al suo sorriso e si forma quasi la coda di persone pronte a essere intervistate.

Ciascuno dei nostri amici realizza la propria intervista, anche quelli come Franco che erano più riluttanti…e ogni intervista è davvero ricca di spunti e molto interessante.

Cosi’ scopriamo che il tema che abbiamo scelto, l’economia circolare, è davvero un tema molto azzeccato coi tempi, e ne siamo davvero lieti.

Oggi ci hanno coadiuvato sul campo tre tirocinanti di Cinedumedia e Pino Polacchi, mentre Lorenzo Denicolai e Ilaria Monticone ci hanno coadiuvato a distanza: ringraziamo tutte e tutti per il preziosissimo supporto. Il prossimo step…lo scoprirete presto!

Professione Reporter: preparazione alle interviste

Possiamo svelare che il nostro lavoro ha come macro tema l’economia circolare, che approfondiremo e declineremo in vari modi.

Uno dei primi step che abbiamo in programma è quello di intervistare dei passanti, cercando di variare tra le fascie di età e il genere, ponendo loro alcune domande sul nostro tema principale.

Così in questo incontro abbiamo discusso delle varie domande da sottoporre ai passanti e dopo una serie di confronti ne abbiamo individuate alcune.

Poi ci siamo allenati a porre le domande…sarà una sfida molto grande, quella di fermare dei passanti e intervistarli, dobbiamo essere pronti, il prossimo incontro ci vedrà sul campo!

Venite a casa nostra!

 

 

NOI SIAMO QUI!

AITA Piemonte onlus, associazione che riunisce i famigliari delle persone afasiche, ha finalmente una sede definitiva! La Casa di A.IT.A. da condividere con tutti gli amici per accoglierne di nuovi e per praticare le nostre attività.

Ogni mese vi proporremo di “venire a casa nostra” e partecipare insieme a noi, caregiver e amici afasici, ad alcune attività ludico ricreative. Sarà un modo per incontrarsi, scoprirsi e magari fare nuove amicizie!

L’inclusione è un cammino reale e concreto che parte dai piccoli passi…come quelli che vi porteranno in Via C. Colombo 9, a visitare la nostra sede, a conoscerci e anche a svolgere con noi qualche attività interessante…

Porte aperte alla nuova sede di A.IT.A. Un invito a incontrare le persone afasiche che nella nuova sede sono disponibili ad accogliere, informare, sostenere e condividere dei momenti di svago e di inclusione sociale.

Vi aspettiamo il 9 ottobre al corso di “Decorazione della seta con realizzazione di un cuscino”.

La nostra amica Rosaria Giodice sarà la nostra insegnante.

Ci troveremo alle ore 16 e termineremo entro le 18.

 

Partecipazione gratuita per i soci AITA.

Contributo di 5 Euro per i non soci per i materiali che verranno messi a disposizione dall’insegnante.

 

Prenotazione obbligatoria Entro il 3 ottobre

Mail: progetti@fondazionecarlomolo.it

o telefonando a Valentina Borsella –  3356981147

 

Professione Reporter – Ricominciamo!

L’estate è passata e noi, puntuali come bravi studenti, ricominciamo con gli incontri all’Università per realizzare il video che quest’anno sarà dedicato a temi inerenti l’ambiente.

Proprio in questo incontro, infatti, facciamo il punto sui temi proposti e approfonditi, sulle modalità di approfondimento di ciascuno e poi, accogliendo il suggerimento del nostro conduttore, Lorenzo Denicolai, iniziamo a riflettere su quale tema sia meglio restringere lo sguardo e la nostra attenzione.

Dopo vari confronti e riflessioni ne scegliamo uno…ma vi lasciamo la suspence fino al prossimo incontro, noi intanto andiamo a studiare!

Inaugurazione della nuove sede A.IT.A. Piemonte

L’Associazione A.IT.A. Piemonte onlus, che raduna i famigliari e le persone afasiche, ha una nuova, bellissima sede a Torino!

Siamo grati alla munificenza della dottoressa Mariateresa Molo, che ha reso disponibili i locali che ospiteranno d’ora in avanti l’Associazione. Con una sede a nostra disposizione, sara’ possibile fare attività tutti i giorni della settimana, un po’ al mattino e un po’ al pomeriggio e non solo il giovedì, come è stato negli anni passati. Siamo felicissimi di questa grande opportunità che speriamo contribuisca anche a far crescere il numero di associati e che faccia fiorire di incontri e scambi la nuova sede.

Siamo certi che anche i soci metteranno a disposizione di tutti i loro talenti, siano essi dedicati alla pittura, come la nostra Rosaria, o allo yoga, come la nostra Roberta, o alla fotografia e al montaggio come il nostro Enzo…

La festa di inaugurazione, nonostante il gran caldo estivo, è stata molto lieta e molto partecipata, come voi stessi potete vedere dalle foto che scorrono qui sopra. Ovviamente il cibo non è mancato…e nemmeno le bevande!

Quindi d’ora in avanti, non ci sono scuse: da settembre in avanti vi aspettiamo alla nuova sede di A.IT.A. Piemonte onlus, per fare tante cose, ma anche solo chiacchierare o conoscerci!

Professione Reporter: 4 incontro

Nell’incontro odierno ci sono alcuni assenti, chi per motivazioni mondane, chi per impegni gia’ presi, chi perche’ impegnato a fare il nonno…ma come abbiamo gia’ sperimentato l’anno passato, uno dei punti di forza del nostro lavoro è il gruppo, che prosegue sempre la sua attività.

Dunque, eccoci qui pronti per prendere alcune decisioni: prima di tutto, è possibile effettuare la visita ad alcuni impianti Iren e dobbiamo decidere quali visitare: quelli più vicini alla città oppure andare fuori porta in una visita con triprese e interviste che ci terranno impegnati tutto il giorno?

Gli amici presenti hanno dato la loro opinione, quando li rivedremo sentiremo anche gli assenti e poi prepareremo il nostro piano delle riprese.

Dopo aver dibattuto questo primo tema, ci dedichiamo a parlare dell’aria: anche oggi Teresa ha fatto molte ricerche e dopo aver ascoltato e parlato arriva il momento di scrivere. Teresa si propone per scrivere quello che le viene dettato e solo in quella fase ci accorgiamo che alcune delle idee espresse si possono chiarire meglio…ce ne accorgiamo vedendo che alcuni restano lontani dal computer…ma dopo ulteriori chiarimenti e confronti e spiegazioni, aiutati anche da alcune ricerche su Internet…siamo tutti d’accordo e tutti partecipano alla stesura del materiale!

Professione Reporter: 3 incontro

Questo incontro ha avuto la particolarità di metterci in contatto con una ricercatrice italiana che vive e lavora all’Università di Basilea, in Svizzera, e che si occupa di afasia. Sara Merlino è molto interessata al nostro progetto e speriamo che si aprano delle opportunità di collaborazione sempre più intense. Intanto, per conoscerci meglio, abbiamo creato un contatto via Skype e tutto l’incontro si è svolto in diretta sotto i suoi occhi, con la possibilità di dialogare insieme!

Oltre a sperimentarci con le “Conference call”, abbiamo continuato a lavorare sui temi selezionati, approfondendoli sempre di più: Claudia ci ha portato degli spunti e delle spiegazioni molto utili per iniziare ad affrontare il tema dell’economia circolare.

Vittorio ha raccolto molto materiale sul riciclaggio dei rifiuti e Teresa si è occupata dello spreco alimentare. Dopo aver ascoltato i risutlati delle loro ricerche, abbiamo riflettuto insieme sui temi e abbiamo iniziato a scrivere i testi che ci sosterranno durante la realizzazione dei nostri servizi di approfondimento.

Ci restano da inizaire ad esaminare i temi dell’energia e quello dell’aria, di cui ci occuperemo la prossima volta…restate sintonizzati!

Professione Reporter: 2 incontro

Il secondo incontro del nostro “progetto Reporter”, come chiameremo d’ora in avanti il nostro laboratorio multimediale permanente, che realizziamo anche grazie al contributo di Motore di ricerca del Comune di Torino, ci ha visto lavorare duramente per tutto il pomeriggio.

Grazie alla conduzione di Lorenzo Denicolai, il coordinatore del progetto noncheè ricercatore di Cinedumedia, abbiamo prima di tutto analizzato gli elementi che compongono un talk show, che e’ l’obiettivo che vorremmo raggiungere quest’anno, anche se ci spaventa un pochino. Dopo aver scomposto tutti gli elementi, ci siamo pero’ resi conto che se facciamo come sempre un piccolo passo alla volta, alla fine ci guarderemo indietro e ci accorgeremo di aver fatto tanta strada!

Avendo ben delineato l’obiettivo finale da raggiungere, abbiamo capito che il nostro primo passo è quello di realizzare i “servizi di approfondimento” che vengono lanciati per dare il via al dibattito; a questo punto siamo arrivati a un momento cruciale: di cosa parleranno i nostri servizi video?

Il tema che abbiamo deciso di trattare è quello dell’ambiente, di grande attualità ma anche molto vasto, quindi è importante per noi trovare delle parti di questo tema che vorremmo approfondire e poi decidere come rappresentarle a partire dal territorio che abitiamo, la città di Torino.

Quindi abbiamo iniziato a riflettere sulle varie declinazioni del tema ambientale, scrivendo tutti gli argomenti che ci sembravano interessanti e poi, in un confronto tra tutto il gruppo e molti scambi di riflessione, abbiamo indivuato i tre argomenti principali che tratteremo. Un pomeriggio di lavoro davvero impegnativo…che è terminato solo dopo che ogni partecipante presente ha compilato il questionario di autovalutazione sulla propria qualità di comunicazione. Poichè il nostro progetto e il nostro lavoro andranno avanti per molti mesi, al termine verrà nuovamente somministrato il questionario per verificare se ci sono stati dei cambiamenti.